I fanta-sussidi alle fonti fossili di Legambiente crescono a 12 miliardi… e il ministro risponde per le rime

big fish joke NTY

25/11/2013 alle 11:09 AM

In  una congiuntura economica in cui tutti stringono la cinghia gli unici miliardi che non sembrano mancare sono, almeno secondo Legambiente, quelli concessi come sussidi alle fonti fossili, sussidi che in un anno sarebbero passati da 9 a 12 miliardi di euro.

Queste valutazioni vengono fatte in un dossier appena pubblicato che, come l’anno scorso, si apre riportando i numeri (corretti) della IEA, i  544 miliardi di dollari di sussidi netti al consumo di fonti fossili erogati nel 2012, sussidi che però riguardano i soli paesi emergenti… e di cui neppure una piccola frazione viene erogata nel nostro Paese ma che probabilmente fanno ‘colore’, cosa di cui abbiamo già discusso (qui , qui e più recentemente qui). Poi nel dossier seguono considerazioni sulle varie voci di sussidio diretto od indiretto a produzione ed utilizzo di fonti fossili con dati che fanno riferimento in maniera piuttosto disordinata alternativamente all’anno 2012 od al 2013.

Per evitare di annoiare chi legge e visto che non sembra essere di alcuna utilità fornire risposte circostanziate come già fatto in precedenza (qui e qui) ci si può limitare ad indicare che valgono i commenti già riportati nel post “I numeri  sbagliati di Legambiente”.

Diamo una rapida occhiata però alle variazioni avvenute nel borsino dei fanta-sussidi nell’ultimo anno, si ridimensionano di 1,3 miliardi i sussidi alle centrali a fonti fossili (l’anno scorso era stato sbagliato di 1,6 miliardi in eccesso il calcolo degli incentivi alle assimilate Cip6), aumentano di 1,3 miliardi i sussidi per la costruzione di strade ed autostrade, sono aumentati di 1,7 miliardi i sussidi ai trasporti (si è sentita la necessità rispetto alla precedente release del rapporto di includere nei sussidi anche gli sgravi fiscali al gasolio agricolo). Per quanto riguarda strade e trasporti andrebbe ricordato che proprio l’ IMF (Fondo Monetario Internazionale) nel suo report “Energy Subsidy Reform: Lessons and Implications” valuta che nel 2011 la fiscalità sui carburanti in Italia è stata talmente elevata da compensare oltre che alle agevolazioni fiscali le esternalità ad essi collegate: emissioni di CO2, inquinamento, congestioni ed incidenti e appunto danneggiamento delle strade. In ultimo sono raddoppiati i “sussidi indiretti alle trivellazioni” da 1,3 a quasi 2,7 miliardi.

Un tripudio di miliardi in cui ci si dimentica di accennare ai quasi 12 miliardi di sussidi veri alle fonti rinnovabili che paghiamo in bolletta od ai 37 miliardi di euro di gettito fiscale annuo dei carburanti che fanno impallidire anche il totalone dei fanta-sussidi.

Certo tra i molti punti toccati ce ne sono anche di ragionevoli ma se l’approccio è quello di voler accumulare miliardi su miliardi di pseudo-sussidi per avere titoli sui giornali e per far indignare il lettore che poco mastica di questi argomenti il risultato è che anche ciò su cui varrebbe la pena discutere si perde in un’indistinta confusione.

Appena dopo l’uscita del dossier di Legambiente sabato pomeriggio è seguita una pronta risposta su twitter del ministro Zanonato che senza mandarla a dire ha espresso la sua opinione in merito, qui di seguito parte delle conversazioni:

 

Tags: , , ,

4 commenti

energywonk

Non si può certo dire che Legambiente non proponga alternative ai combustibili fossili… qui si parla del motore a urina:
http://life.wired.it/news/energia/2013/11/20/urina-benzina-combustibile-franco-lisci-la-casa-verde-co2-0.html

come novelli vespasiani al grido di ‘benzina non olet’…. no comment.

Piero

Interessante il motore a urina, ma non dimentichiamoci i vecchi articoli:

LEGAMBIENTE: L’energia solare costerà come un caffè e un cornetto: euro 1,70 in bolletta dal 2011
http://www.adnkronos.com/IGN/Sostenibilita/Risorse/Lenergia-solare-costera-al-mese-come-un-caffe-e-un-cornetto_311685442294.html

/-/

Trovo ancora piu’ interessante quanto leggo in rete:

..Federparchi ed i parchi rappresentano per Legambiente e per i suoi dirigenti la più grande fonte di guadagno( ANCHE P.E.R.S.O.N.A.L.E) dei prossimi decenni. Centinaia di milioni di euro.

L’art. conclude così:
• Ermete Realacci, Ministro ombra del PD , Componente della Commissione Parlamentare Ambiente , Presidente Onorario di Legambiente, Presidente di Symbola, Vicepresidente di Kyoto Club, comproprietario di ambiente Italia e Azzero Co2 è titolare di un enorme e vergognoso conflitto di interessi.
• Legambiente non può più definirsi una associazione ambientalista.

FONTE:
http://youstrong.wordpress.com/

/———/

Altra cosa interessante riguardo i costi ( del caffè e un cornetto) a detta di una testata certamente non di parte leggo:

.. Secondo i dati dello stesso Gse, il totale degli incentivi riconosciuti agli impianti di tutta Italia, a settembre 2013, sfiorava quota 15 miliardi..

http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/13/incassa-milioni-di-incentivi-e-chiude-il-pacco-fotovoltaico-delloligarca-russo/775264/

Ma danni ben piu’ gravi per la chiusura o delocalizzazioni di imprese andrebbero conteggiate a parte per la tarantella complessiva della lotta alla CO2 che innescano costi ormai insostenibili alle nostre aziende ponendole fuori mercato.

/-/

Ci sono comunque notizie positive :-)

Pochi minuti dopo il suo insediamento ha licenziato tre alti funzionari legati alle politiche laburiste sulla lotta al cambiamento climatico.

Poi il governo si è riunito per discutere la cancellazione delle imposte contro le industrie inquinanti (carbon tax) e altri provvedimenti ‘verdi’ che erano stati varati dal precedente esecutivo laburista.

http://www.adnkronos.com/IGN/Sostenibilita/In_Pubblico/Australia-nuovo-primo-ministro-licenzia-lo-staff-contro-i-cambiamenti-climatici_32618481084.html?utm_source=twitterfeed&utm_medium=facebook

/————/

Segue a ruota il Giappone.
… è arrivata già la prima doccia fredda: con il cambio degli impegni nipponici, il Protocollo di Kyoto perde il Paese che ne ospitò la ratifica.

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-cambiamenti-climatici-tokyo-svela-la-farsa-7740.htm

/——/

Dunque il GIOCATTOLO climatico si e’ rotto, probabilmente perche’ le bugia sul riscaldamento globale oltre che corte le gambe sembra non averle mai avute, considerando le temperature medie globali INCHIODATE dal 1995. :-) per stessa ammissione del padre della (mazza) e della bufala.

Il dottor Phil Jones ammette: Nessun riscaldamento Globale dal 1995, mentre stranamente sono spariti i dati della mazza da hockey…

I dati di vitale importanza per sostenere il ‘grafico della mazza da hockey’ sono andati persi

Non c’è stato alcun riscaldamento globale a partire dal 1995

Periodi di riscaldamento globale sono già accaduti in passato – ma non a causa dell’uomo

http://www.dailymail.co.uk/news/article-1250872/Climategate-U-turn-Astonishment-scientist-centre-global-warming-email-row-admits-data-organised.html?ITO=1490

Qui in italiano:
http://daltonsminima.wordpress.com/2010/02/24/il-dottor-phil-jones-ammette-nessun-riscaldamento-globale-dal-1995-mentre-stranamente-sono-spariti-i-dati-della-mazza-da-hockey/

/-/
Interessante notare come Lo stesso Philip Jones, del climategate primo esponente del
SURRISCALDAMENTO parlava di RAFFREDDAMENTO del pianeta. :-)

http://www.ilgiornale.it/news/buco-dell-ozono-balla-pi-grande-degli-anni-ottanta.html

http://omnologos.com/ecco-come-ho-scoperto-il-rapporto-della-cia-del-1974-sul-raffreddamento-globale/

/–/
Se il clima si raffredda – Prove di catastrofismo climatico negli anni ’70
http://www.climatemonitor.it/?p=34262

/-/
Concludendo mi chiedo.. forse aveva ragione il martire ormai in via di beatificazione Silvio Berlusconi che in tempi non sospetti aveva dichiarato una bufala il riscaldamento globale?

http://www.ilfoglio.it/cambidistagione/399

Anche perche’ non sembrerebbe una cosa di poco conto la (questione CO2) considerando le affermazioni di Van Rompuy
.. related to global governance by stating: “2009 is also the first year of global governance with the establishment of the G20 in the middle of a financial crisis; the climate conference in Copenhagen is another step towards the global management of our planet.

http://en.wikipedia.org/wiki/Herman_Van_Rompuy

In italiano suona cosi’:
..La Conferenza sul Clima di Copenaghen sarà un altro passo avanti verso il governo globale del nostro pianeta”..

/-/

Berlusconi voleva uscire da questa (UE) diamogliene atto.

Ha fatto il possibile per tirarci fuori da questi deliri climatici europei , ..VERSO IL GOVERNO GLOBALE DEL NOSTRO PIANETA.

Presidente Istat tedesco: Berlusconi costretto a dimettersi perché voleva uscire dall’euro

http://www.imolaoggi.it/2013/11/22/presidente-istat-tedesco-berlusconi-costretto-a-dimettersi-perche-voleva-uscire-dalleuro/

Pier Luigi Caffese

Con le battaglie gas contro rinnovabili non si va da nessuna parte.Dobbiamo cambiare il modello da piramidale a decentrato ma Assoelettrica non lo vuole.Vuole il bilanciamento gas che sono veri soldi sprecati e non si deve fare.non si dicano pirlate
all’urina perchè io la uso anche nel trattamento acque reflue per produrre biogas,idrogeno,syngas.Le centrali cogenerazione gas possono andare a syngas fatto dall’acqua e mare.Accetto sfide su questo argomento ma non ditemi che il gas o metano serve ancora per elettricità o bilanciamenti.Servono invece 200 GW di stoccaggi acqua che offro a tedeschi ed italiani.Se avete paura a far marciare l’Italia con acqua e mare ditelo apertamente ma il gas i francesi e tedeschi l’anno confinato al 10-15% del mix.Io vengo dall’Eni e compravo gas a 3 lire,oggi il gas è troppo caro mentre l’acqua e meglio il mare sono gratis.Bisogna solo sper investire in stoccaggi seri,cosi seri che ci arei 125 miliardi annui.IL PIano è al MISE

Pier Luigi Caffese

Con le battaglie gas contro rinnovabili non si va da nessuna parte.Dobbiamo cambiare il modello da piramidale a decentrato ma Assoelettrica non lo vuole.Vuole il bilanciamento gas che sono veri soldi sprecati e non si deve fare.non si dicano pirlate
all’urina perchè io la uso anche nel trattamento acque reflue per produrre biogas,idrogeno,syngas.Le centrali cogenerazione gas possono andare a syngas fatto dall’acqua e mare.Accetto sfide su questo argomento ma non ditemi che il gas o metano serve ancora per elettricità o bilanciamenti.Servono invece 200 GW di stoccaggi acqua che offro a tedeschi ed italiani.Se avete paura a far marciare l’Italia con acqua e mare ditelo apertamente ma il gas i francesi e tedeschi l’anno confinato al 10-15% del mix.Io vengo dall’Eni e compravo gas a 3 lire,oggi il gas è troppo caro mentre l’acqua e meglio il mare sono gratis.Bisogna solo saper investire in stoccaggi seri,cosi seri che ci farei 125 miliardi annui.IL PIano è al MISE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *